Società di Ingegneria

Linea Metropolitana C - Tratta T6 - Roma

Per la realizzazione della Linea C sono stati scavati complessivamente 4.300.000 metri cubi di terra e oltre 29 chilometri di gallerie. Lungo il tracciato fondamentale trovano posto 30 stazioni di cui 21 sotterranee e 9 in superficie, pensate come ambienti spaziosi e luminosi dove funzionalità e comfort si coniugano perfettamente. La progettazione delle stazioni si è avvalsa delle esperienze pregresse che hanno concepito questi ambienti come luoghi d’incontro, ospitanti attività commerciali, culturali, espositive e ricreative, biglietterie automatiche e servizi.
Nelle zone periferiche, dove le stazioni sono state progettate completamente in superficie, le opere realizzate hanno costituito l’occasione per riprogettare anche gli spazi adiacenti alle aree metropolitane.
La Tratta T6 denominata Alessandrino-Torrenova è una tratta sotterranea che si estende per una lunghezza complessiva di 2,8 km, con pendenze longitudinali massime del 35‰ e raggi di curvatura planimetrici generalmente non inferiori ai 270m. Presenta le 3 seguenti stazioni:

  • Torrespaccata
  • Giglioli
  • Giardinetti

La Progettazione Definitiva che è stata eseguita per gli impianti elettrici e speciali delle 3 stazione, delle gallerie e dei pozzi di ventilazione relativi alle tratte di galleria fra due stazioni contigue, ha riguardato in particolare:

  • impianto illuminazione ordinaria
  • impianto illuminazione d’emergenza
  • impianto antintrusione
  • impianto di supervisione

L’impianto d’illuminazione è stato progettato per sia per i locali tecnici che di galleria che per le aree aperte al pubblico. L’impianto antintrusione, previsto per le 3 stazioni e le gallerie della tratta T6, è costituito da una centrale ad indirizzamento, dotata di terminale principale di comando e controllo, da contatti magnetici e rivelatori volumetrici dislocati sul campo, interconnessi attraverso un sistema di distribuzione a bus parallelo. Il sistema antintrusione assicura il controllo dell’accesso nei vari locali tecnici ed in galleria, attraverso i pozzi di ventilazione. Il sistema è composto dai seguenti sottosistemi: un’unità centrale che svolge le funzioni di monitoraggio e sorveglianza continuativa dello stato dei sensori periferici, elaborazione e registrazione delle informazioni, gestione degli allarmi, collegamento con la centrale TVCC per il coordinamento delle telecamere “allarmabili”, interfacciamento con il sistema di Supervisione e Controllo generale, gestione di un’interfaccia operatore locale; gli elementi di campo che sono costituiti da moduli concentratori, sensori e serrature elettroniche.
L’impianto antintrusione è gestito da una centrale funzionalmente autonoma ed autoalimentata che si interfaccia con il sistema di Supervisione e Controllo generale, che si articola in sottosistemi indipendenti, ciascuno asservito ad un impianto specifico. Ciascun sottosistema così è in grado di acquisire ed elaborare i dati provenienti dalla strumentazione di campo interfacciandosi con gli altri sottosistemi.

SCHEDA TECNICA
Opera

Linea METRO C - Tratta T6 - Roma

Committente Finale

Metro C S.p.A.

Anno

2006


SERVIZI FORNITI

Progettazione Esecutiva per gli Impianti Elettrici e Speciali

Incarico affidato da

Sistra2000 snc

Importo Impianti

6.683.439,31 euro