Società di Ingegneria

Stazione Porta Nuova - Torino

Torino Porta Nuova è la terza grande stazione italiana, con circa 192 mila transiti giornalieri e 70 milioni di frequentatori l’anno. Ha una posizione strategica all’interno del tessuto urbano ed è il punto di maggiore concentrazione delle linee di trasporto pubblico, poiché accoglie giornalmente circa 350 treni.
Il progetto di riqualificazione della stazione ha interessato i diversi livelli nei quali si distingue la struttura:

  • il piano sotterraneo, posto a -3,50 mt, che ospita i locali delle divisioni FS ed i magazzini delle attività commerciali
  • il piano a livello urbano, che è sede dei binari, costituito dal fabbricato viaggiatori dove si concentrano le attività commerciali ed i servizi ai passeggeri
  • i piani 1°, 2°, 3°, 4° e 5° che sono sede degli uffici e dei servizi postali di stazione
  • i sette edifici distribuiti lungo Via Nizza e Via Sacchi, occupati dalla centrale termica e dagli uffici e locali tecnici delle divisioni FS

La progettazione ha riguardato gli impianti elettrici e speciali, sia dell’intero complesso che di ogni suo singolo ambiente, come di seguito elencato:

  • impianto elettrico generale
  • impianto d’illuminazione ordinaria
  • impianto d’illuminazione d’emergenza
  • rete fonia/dati
  • impianto di diffusione sonora
  • impianto TV

Per l’impianto elettrico tutti i quadri elettrici sono stati dimensionati per contenere il 30% in più degli interruttori installati, senza dover effettuare alcun lavoro sulle carpenterie. I circuiti sono stati suddivisi sulle tre fasi in modo da equilibrare il carico in linea. Inoltre in ogni quadro elettrico è stato posizionato un collettore di terra al quale sono stati collegati tutti i conduttori di protezione.
Per l’impianto di diffusione sonora è stato progettato un impianto di tipo digitale e componibile idoneo a essere connesso con una postazione remota di controllo. L’impianto serve le seguenti zone:

  • Servizi primari e secondari
  • Atrio
  • Aree per passeggeri
  • Biglietteria
  • Spogliatoi
  • Magazzini
  • Uffici e sala controllo
  • Servizi igienici
  • Locali tecnici
  • Banchine

Al fine di risolvere il problema delle comunicazioni all’interno del fabbricato e fornire un elevato livello qualitativo di servizi telematici in generale, è stato progettato per tutte le aree un sistema di cablaggio strutturato per una rete di trasmissione integrata fonia/dati. Il cablaggio verticale ed orizzontale è stato concepito con cavi in rame e con una predisposizione per i collegamenti in fibra ottica nei casi in cui le distanze non rientrassero negli standard prestazionali previsti.
A servizio delle aree passeggeri e dei servizi primari e secondari è stato previsto un impianto TV terrestre e satellitare avente una centrale modulare con decoder centralizzati per la distribuzione di 12 canali terrestri e 12 canali satellitari. Lungo le linee di distribuzione dei segnali TV sono stati previsti delle sottocentrali di amplificazione al fine di garantire un adeguato livello di segnale alle prese terminali.
In merito all’impianto d’illuminazione ordinaria, nella progettazione si è tenuto conto dei seguenti aspetti:

  • evitare eccessivi contrasti di luminanza nel campo visivo
  • evitare riflessioni sullo schermo di superfici ed elevata luminanza.

L’illuminazione di emergenza, invece, è stata eseguita a mezzo di corpi illuminanti con lampade fluorescenti a batterie ermetiche tali da garantire una funzionalità di almeno 60 minuti ed un livello di illuminazione non inferiore ai 5 lux per le zone predisposte alle operazioni di evacuazione ed almeno 2 lux per le altre aree. L’illuminazione nei corridoi, scale e vie di esodo è stata assicurata mediante apparecchi illuminanti del tipo autoalimentato con batterie interne al Ni-Cd ad alta temperatura della capacità atta a garantire minimo 1 ora di autonomia.
Tutto l’impianto di illuminazione d’emergenza viene controllato mediante una centralina in grado di gestire l’esecuzione dei test periodici di funzionalità delle lampade di emergenza. Gli apparecchi illuminanti appartenenti al sistema “Illuminazione no - break”, sono invece dello stesso tipo di quelli appartenenti all’illuminazione ordinaria, ma alimentati dai circuiti sotto gruppo statico.



GALLERY

  • -
  • -
  • -
  • -
  • -


SCHEDA TECNICA
Opera

Stazione Porta Nuova - Torino

Committente Finale

Grandi Stazioni S.p.A.

Anno

2005

Progetto Architettonico

Studio Valle

Progetto Strutture

Studio Valle


SERVIZI FORNITI

Servizi Forniti Progettazione Esecutiva per Impianti Elettrici e Speciali

Progetto Impianti

Enetec S.r.l.

Incarico affidato da

Enetec S.r.l.

Importi Impianti

3.625.786,56 euro